HDC - Chi siamo

Health Dialogue Culture 

La rete internazionale HDC – Health Dialogue Culture (prima denominata MDC - Medicina Dialogo Comunione) – è nata nel 2003 e coinvolge professionisti in ambito sanitario delle più varie discipline, provenienze geografiche e culturali.

Si ispira alla spiritualità dell’unità del Movimento dei Focolari, fondato da Chiara Lubich a Trento (Italia) nel 1943 e alla cultura che ne sta scaturendo, in un dialogo costruttivo con la cultura contemporanea nei diversi ambiti del sapere: politica, economia, sociologia, diritto, psicologia, medicina, arte, comunicazione, ecologia, pedagogia, sport...

HDC vuole contribuire, attraverso un confronto vitale con la cultura scientifica, ad una antropologia medica che sostenga una concezione della scienza e della cura basata su un costante rispetto della vita, della dignità, integrità e identità di ogni persona, in una prospettiva di promozione della salute a livello individuale e sociale. Si propone come uno spazio di riflessione culturale, sempre collegata alla prassi, alle esperienze professionali nei vari contesti, da cui trarre conferme ai presupposti teorici e nuove linee di pensiero.

Alcune tappe di HDC

2001 Un prodromo: Congresso Internazionale – Castelgandolfo (Italia): “La salute dell’uomo oggi: un equilibrio raggiungibile”

Punti-chiave:

  • Ricerca di risposte personalizzate ai bisogni di salute.
  • Elaborazione di principi universali, basati sulla centralità della persona

2007 Congresso Internazionale- Roma (Italia): “Comunicazione e relazionalità in medicina: nuove prospettive per l’agire medico”

Punti-chiave:

  • Ruolo della relazione medico-paziente, tra operatori, tra servizi, tra strutture
  • Modelli di applicazione in varie nazioni

2011 Congresso Nazionale – San Paolo (Brasile): “Spiritualità e salute nella visione integrale della persona”

Punti-chiave:

  • Strategie di applicazione della spiritualità nella pratica professionale

2013 Congresso Internazionale – Padova (Italia): “Quale medicina: tra globalizzazione, sostenibilità e personalizzazione delle cure”

Punti-chiave:

  • Contribuire all’elaborazione di un modello sanitario adeguato alle sfide attuali della medicina, attraverso l’enunciazione di principi contenuti in una “Carta Etica”: bene comune, rispetto della persona, relazionalità, reciprocità

2014 Congresso Latino-Americano – San Paolo (Brasile): “La salute integrale: sfide e priorità in America Latina”

Punti-chiave:

  • Proposte per un modello di politica sanitaria per i paesi dell’America Latina.

2015 Summer-School- Lisbona (Portogallo): “Sanità tra presente e futuro: sfide e responsabilità per i giovani”

2016 Summer School - Praga (Repubblica Ceca): “L’evoluzione della biomedicina: sfide per l’etica e per la professionalità”

2017 Congresso Internazionale - San Paolo (Brasile)

PROMUOVERE LA SALUTE GLOBALE: STRATEGIE E AZIONI A LIVELLO INDIVIDUALE E COLLETTIVO

Punti-chiave:

  • Implementare nei sistemi sanitari paradigmi basati sulla centralità del paziente, considerato nella sua globalità e complessità.
  • Considerare l’influenza sostanziale della dimensione spirituale su qualità di vita, soddisfazione e risultati di salute personale.
  • Condividere buone pratiche tra nazioni a diversi standard assistenziali, con l’obiettivo di raggiungere equità ed accessibilità dei servizi sanitari, a livello locale e globale.

In questi anni altri Convegni sono stati svolti in varie nazioni (Lituania, Romania, Polonia, Francia, Germania, Australia, ecc.)

Documenti più scaricati

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.