Convegni | Congressi internazionali | Summer-School

RETE POLISPECIALISTICA MEDICHIARA: LA RECIPROCITÀ NELLA RETE QUALE CHIAVE PER IL BENESSERE PSICO FISICO-SOCIALE DELLE PERSONE E DELLA COMUNITA’Rete polispecialistica medichiara: la reciprocità nella rete quale chiave per il benessere psico fisico-sociale delle persone e della comunita’. Nasce il 28 marzo 2013 da un bisogno e da una consapevolezza: Dal bisogno di rispondere ad uno dei bisogni più pressanti di oggi: l’emergenza sanitaria sempre più complessa e largamente diffusa nei vari strati sociali.

THE METHOD MÉZIÉRES: A CONTRIBUTE THAT HELPS US TO BE MORE PERSONun contributo che ci fa più persona.In questo secondo millennio in cui ci troviamo a vivere, nell’opulenza del tutto, soffriamo per un qualcosa che ci manca. E’ il bisogno di umanità, immersi come siamo in un mondo virtuale, ad accellerazione massima.

LA COMUNICAZIONE IN SANITA’Le nuove organizzazioni sanitarie vedono molteplici figure specialistiche attorno al paziente. Le inevitabili tensioni sono attenuabili da aspetti non tecnici come: comunicazione, relazione, reciprocità, condivisione, empatia, etica. L’intelligenza emotivo-sociale aiuta gli operatori sanitari a raggiungere alti livelli di efficacia nella

Screening cervicale e management sostenibile in setting difficili. Paesi in via di sviluppo e popolazione immigratain setting difficili Paesi in via di sviluppo e popolazione immigrata. L’obiettivo globale dell’OMS, sancito dalla sua Costituzione adottata dai 193 Stati Membri, è il “conseguimento, per tutte le popolazioni, del più alto livello possibile di salute”. Nella realtà contemporanea globalizzata e interdipendente, dove l’intensità delle migrazioni,

E’ ipotizzabile la “decrescita felice” in medicina ? SHALL WE SPECULATE ABOUT A SUSTAINABLE DE-GROWTH IN MEDICINE?SHALL WE SPECULATE ABOUT A SUSTAINABLE DE-GROWTH IN MEDICINE? La Medicina è un’arte, così come l’intendeva Ippocrate, un saper fare per esperienza diretta e che si avvale di tecniche per meglio operare, oppure è una scienza che corrisponde alle attese suscitate dalla propria capacità operativa? La prima mette al centro del suo interesse un individuo per quello che è e gli fornisce un aiuto correlato alle sue risorse,tiene l’uomo al centro del suo interesse e riconosce che la salute è cosa diversa dall’ottenimento della guarigione.

La valutazione di calcio alimentare e di vitamina d in una coorte di soggetti anziani in terapia farmacologica per l’osteoporosi.in una coorte di soggetti anziani in terapia farmacologica per l’osteoporosi.THE EVALUATION OF CALCIUM AND VITAMIN D IN ELDERLY PATIENTS RECEIVING MEDICAMENTS FOR OSTEOPOROSIS. Tutti gli studi di registrazione dei farmaci disponibili per osteoporosi sono stati fatti garantendo adeguato introito di calcio e vitamina D. Tuttavia tali parametri frequentemente non vengono valutati malgrado l’anziano di razza caucasica assuma di regola poco calcio con l’alimentazione e sia assai frequente il riscontro di bassi livelli sierici di Vitamina D .

La promozione della sicurezza delle cure: c’è un ruolo per i pazienti?E’ necessaria una riflessione che parta da un’analisi delle iniziative internazionali, della situazione nazionale e di quanto già pubblicato in letteratura. La WHO World Alliance for Patient Safety è nata per il miglioramento della sicurezza delle cure dei pazienti. Una delle aree di azione è dedicata alla elaborazione e applicazione di programmi per la sicurezza e l’emancipazione dei pazienti e di sistemi di allerta e segnalazione dei rischi; La situazione italiana: 1. L’unica iniziativa istituzionale è la costituzione del Gruppo Accademia del cittadino Regione Toscana, per formare cittadini ai temi della qualità e sicurezza.

CHILD PERSONALIZED TOOTH TREATMENT (CPTT): A SUBSTITUTE FOR A GENERAL ANAESTHETIC FOR CHILDREN: EXPERIENCES WITH A NEW METHODNella professione del dentista è comune venire in contatto con molti bambini. In particolare nell´età prescolare è frequente il ricorso all’anestesia generale per vari motivi, quali 1) la fobia dei bambini, e spesso anche dei loro genitori, verso il dentista 2) le esperienze traumatiche precedenti; 3) il fatto che la comunicazione con il bambino richiede uno sforzo eccessivo considerata la diversità di ogni bambino e di ogni famiglia. Molti bambini p.e. sono stranieri e il livello di comprensione è difficilmente valutabile.

Ce’ un ruolo per i pazienti?

E’ necessaria una riflessione che parta da un’analisi delle iniziative internazionali, della situazione nazionale e di quanto già pubblicato in letteratura. La WHO World Alliance for Patient Safety è nata per il miglioramento della sicurezza delle cure dei pazienti. Una delle aree di azione è dedicata alla elaborazione e applicazione di programmi per la sicurezza e l’emancipazione dei pazienti e di sistemi di allerta e segnalazione dei rischi; La situazione italiana: 1. L’unica iniziativa istituzionale è la costituzione del Gruppo Accademia del cittadino Regione Toscana, per formare cittadini ai temi della qualità e sicurezza. 2. Si moltiplicano le iniziative di denuncia di sanitari e di richiesta di indennizzo. 3. Solo il laboratorio di “Ricerca sul Coinvolgimento dei Cittadini in Sanità” dell’Istituto M. Negri ha svolto un’indagine sulle Associazioni e Federazioni di pazienti di cui si riportano i dati rilevanti:

Child personalized tooth treatment (cptt):
a substitute for a general anaesthetic for children: experiences with a new method. 

Nella professione del dentista è comune venire in contatto con molti bambini. In particolare nell´età prescolare è frequente il ricorso all’anestesia generale per vari motivi, quali

1) la fobia dei bambini, e spesso anche dei loro genitori, verso il dentista

2) le esperienze traumatiche precedenti;

3) il fatto che la comunicazione con il bambino richiede uno sforzo eccessivo considerata la diversità di ogni bambino e di ogni famiglia. Molti bambini p.e. sono stranieri e il livello di comprensione è difficilmente valutabile.

Il turista che affronta un viaggio può fruire della consulenza di “Ambulatori per viaggiatori internazionali” delle ASL. L'esperienza personale di 7 anni di attività (2004-2011) in ambulatorio dell'ULSS 12 Veneziana mostra come l'atteggiamento del turista di fronte ai rischi per la salute correlati al viaggio sia di due tipi:

  1. recettivo (il più frequente in ambulatorio): la persona è già informata (altri viaggi, web) o ha un interesse specifico (es. fattori di rischio personali noti) o soltanto chiede un consiglio;
  2. rifiuto o rimozione: verso informazioni, ricevute in ambulatorio, diverse da quelle previste; anamnesi (personale o di conoscenti) positiva per effetti collaterali da farmaci o vaccini; rifiuto dell'idea che il viaggio comporti rischio per la salute.

La reciprocità nella rete quale chiave per il benessere psico fisico-sociale delle persone e della comunita’

La Rete polispecialistica medichiara nasce il 28 marzo 2013 da un bisogno e da una consapevolezza:

. dal bisogno di rispondere ad uno dei bisogni più pressanti di oggi: l’emergenza sanitaria sempre più complessa e largamente diffusa nei vari strati sociali. Il nostro SSN è immerso nel vortice delle grandi problematiche socio/economiche che stiamo vivendo (i mutamenti economico-finanziari, demografici ed epidemiologici…) e che tale vortice sta mettendo in crisi il sistema della salute pubblica e del diritto alla tutela della salute.

Siamo di fronte ad una medicina medicalizzata, centrata sul ruolo, dove non viene prestata attenzione all’umanità e alla positività. C’è l’esigenza di aprire questa verso l’ascolto e il prendersi cura fino all’ultimo istante di vita della persona, garantendogli una migliore qualità di vita possibile.

Programma di salute del Naranjo Frontera, Guatemala

“Dove non ci sono dottori, ci sono promotori di salute”

Naranjo, un villaggio guatemalteco del municipio Libertad, si trova a 4 ore di distanza dal primo ospedale. In un’area di circa 8000 Km quadrati, vi sono circa 170 villaggi. Vi sono centri sanitari, ma senza medici e con pochissime medicine, di fatto solo antidolorifici e vitamine. La malnutrizione dei bambini di età inf. ai 5 anni raggiunge il 40%, la malaria è endemica, sono in aumento diabete e ipertensione.Nel 2000, di fronte a questa situazione, ho iniziato un’azione di sensibilizzazione degli abitanti, in particolare dei giovani, sul bisogno di assicurare un servizio sanitario minimo. Nel 2001 ho iniziato una mini-formazione di un giorno al mese per un giovane e due padri di famiglia che avevano espresso il desiderio di imparare nozioni essenziali di pronto soccorso e di cura, per essere di aiuto alla gente.

Immaginiamo che il rischio di morire scendendo a piedi le scale dal piano +1 al piano 0 della casa dove abito sia pari a 1 su 50.000000; cioè, in base agli studi, scendendo a piedi 50 milioni di volte una scala come la mia in una occasione si è verificata una caduta mortale. In studi comparativi l’uso dell’ascensore per scendere tra i due piani (costo 24.000 euro) comporta un rischio di morte pari a 1/100.000.000, quindi il rischio di morire si riduce del 50% rispetto all’ uso delle scale. Infatti: Rischio Relativo, RR= 1/100.000.000 / 1/ 50.000.000 = 1/2=0.5=50% Rischio Relativo (RR, Relative Risk): esprime quante volte è più o meno probabile che si verifichi un evento in un gruppo a confronto con un altro gruppo (gruppo esposto al fattore ascensore rispetto a gruppo non esposto) ed è espresso dal rapporto tra incidenza di un evento in un gruppo e incidenza dello stesso evento in un altro gruppo:

Food in the first year of life - Recommendations in several languages. A response to the challenge of multiculturality! L’approccio all’alimentazione nel il primo anno di vita comprende raccomandazioni generali condivise a livello internazionali e una moltitudine di dettagli che cambiano in base alle evidenze scientifiche. Per le famiglie immigrate, la difficoltà di comprensione / uso della lingua del paese ospitante può limitare la comunicazione e la trasmissione di queste raccomandazioni.

THE FRAX ALGORITHM FOR ESTIMATING THE RISK OF FEMORAL FRACTURE: ENOUGH FOR CLINICAL PRACTICE?
Il FRAX (Fracture Risk Assessment Tool) è un algoritmo ideato per stimare il rischio di frattura. Tiene conto di: età, antropometria, anamnesi e familiarità di pregressa frattura, fumo, alcool, uso di glucocorticoidi, artrite reumatoide, osteoporosi secondarie, eventuale valore di Densità Minerale Ossea (Bone Mineral Density, BMD).

PERSONALIZED APPROACH TO REDUCE THE RISK OF FEMORAL FRACTURE
La frattura di femore è un evento drammatico nella vita dell’anziano a causa della compromissione funzionale e della perdita di autonomia. Le cause principali delle fratture di femore nell’anziano sono la fragilità ossea e la caduta. Le cadute rappresentano la prima causa di incidenti domestici ed il 95% delle fratture femorali è diretta conseguenza della caduta.

Sanitary policy and a Health Service oriented to person

Bisogna restituire al paziente la sua regale realtà di Persona. Noi medici veniamo formati ad approcciare l'organismo umano, non la persona: è tradizione antica, che viene forse dal lontano materialismo positivista di fine ottocento.

L’ESPERIENZA DELL’ASP DI CALTANISSETTA
REORGANIZATION OF PUBLIC HOSPITALS NETWORK AND PEOPLES‘ NEEDS
THE EXPERIENCE OF THE CALTANISSETTA PROVINCIAL HEALTH SYSTEM
In Sicilia la L.R. 5/2009 prevedeva un riordino della rete ospedaliera in funzione di una equilibrata distribuzione territoriale dell’offerta anche attraverso l’accorpamento e/o l’eliminazione di strutture organizzative risultanti superflue o sovradimensionate e la rifunzionalizzazione di presidi ospedalieri (P.O.) sottoutilizzati o a bassa complessità, con modelli organizzativi più rispondenti ai bisogni di salute. Il P.O. di San Cataldo, situato a pochi chilometri dal P.O. di terzo livello di Caltanissetta, registrava elevati livelli di inappropriatezza con presenza di reparti a ridotto utilizzo dei posti letto e basso indice operatorio.

Il poliambulatorio RISANA ha le sue radici nella storia della Cittadella di Loppiano (Incisa Valdarno - FI), sorta nel 1964 come luogo di formazione e di testimonianza del Movimento dei Focolari. La rievangelizzazione di ogni aspetto della vita, alla luce del carisma di Chiara Lubich, è l’intento che si propongono gli abitanti di Loppiano, i quali provengono dalle più diverse culture e paesi.

THE RELATIONAL GIFT IS THE GREATEST CONTRIBUTION OF OUR VOLUNTEERING TO OUR HEALTH CARE SYSTEM.
L’Associazione dei donatori di sangue di Bologna cerca di collaborare in modo costruttivo col centro clinico di riferimento, il Servizio Trasfusionale del Policlinico Sant’Orsola - Malpighi, promuovendo dialogo e molteplici relazionalità.
Lo slogan coniato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per la “Giornata del donatore” del 14.06.2013 è “Date il dono della vita, donate sangue”.

A proactive design of self-regulatory programs is of strong public interest as it can contribute to legitimising the value of therapeutic services to insurance agencies and public entities.
The European Region of the World Confederation of Physiotherapy presented 2002/3 Core Standards for Physiotherapy Practice (CS) with their Patient Feedback questionnaire (PFQ). Inter alia, these standards were developed as tools to analyze the interaction between physiotherapist and patient.

In questo secondo millennio in cui ci troviamo a vivere, nell’opulenza del tutto, soffriamo per un qualcosa che ci manca. E’ il bisogno di umanità, immersi come siamo in un mondo virtuale, ad accellerazione massima.
Pur coscienti del valore terapeutico nel rapporto paziente-operatore di salute - sembra non ce ne sia più il posto. La cultura occidentale, dominata da un contesto individualista e solipsista, ha creato un presupposto di completa separazione tra l’io e l’altro.

Le nuove organizzazioni sanitarie vedono molteplici figure specialistiche attorno al paziente. Le inevitabili tensioni sono attenuabili da aspetti non tecnici come: comunicazione, relazione, reciprocità, condivisione, empatia, etica.L’intelligenza emotivo-sociale aiuta gli operatori sanitari a raggiungere alti livelli di efficacia nella gestione del rischio clinico, nel prendersi cura del malato e nei rapporti tra operatori stessi a patto che ogn’uno di essi sviluppi l’esercizio dell’empatia insieme all’attenzione e la sollecitudine verso l’altro.

Giustizia ed equitàUna delle problematiche scottanti della sanità oggi, di cui si è parlato anche in questi giorni, èil divario tra una domanda di servizi sempre crescente ed una offerta che deve fare i conti con le risorse disponibili, sempre più limitate. È chiaro che una grossa fetta di responsabilità su come superare questo divario rimane con le istituzioni ed il loro modo di organizzare i servizi. Io, però, in questo dibattito vorrei proporre una prospettiva da un punto di vista di etica della Salute Pubblica.

Visualizza il documento

Sono studente di medicina al 3 ° anno a Asuncion, Paraguay . Sono la 2^ di 4 fratelli.
Il paese in cui vivo, è un paese in via di sviluppo , in cui vi è molta disuguaglianza socio-economica . La
povertà , le disuguaglianze , la mancanza di istruzione , la mancanza di servizi igienico-sanitari , difficoltà di
accesso ai servizi sanitari , la migrazione verso la capitale , e ultimamente, l'aggravarsi di fenomeni come " i
bambini senza casa ": tutte queste condizioni influenzano negativamente la salute della popolazione ,
soprattutto nelle aree rurali e urbane periferiche.

Visualizza il documento

Nel mondo esistono vari tipi di sistemi sanitari e, in Spagna, una delle peculiarità delnostro Sistema Nazionale di Salute è il fatto che le diverse Comunità Autonome (CCAA) hanno trasferite la maggior parte delle competenze in sanità. In questo modo esistono differenze tra loro in quanto a modelli di gestione, pianificazione sanitaria, risorse umane, etc. Inoltre, con una certa frequenza i due livelli assistenziali principali, l'Attenzione Primaria e l'Attenzione Specializzata, non sono integrati adeguatamente.

Visualizza il documento

Golden standard ed equità: una metodica nella patologia polmonare.Definire in pochi minuti l'anatomia di un sintomo o di un reperto radiologico occasionale grazie all'analisi di prelievi effettuati nel contesto della lesione da cui sono generati, era, solo fino a qualche anno fa, oggetto di pura divagazione mentale. Oggi, con la possibilità di prelievi mirati su un ampio territorio bronchiale e polmonare e grazie all'impiego di colorazioni citologiche e microbiologiche rapide, è possibile, in una elevata percentuale di casi, formulare la diagnosi di natura già durante l'esame endoscopico o poco dopo la fine dello stesso.

Visualizza il documento

Innovazione farmacologica: il più nuovo è sempre il migliore?Cosa si intende per innovazione farmacologica?

Si dicono farmaci “innovativi” quelli costituiti da molecole mai usate prima (New Molecular Entity, NME); queste devono essere inoltre in grado di apportare un nuovo contributo in termini terapeutici che si esplica o nella possibilità di guarire patologie fino ad allora non curabili, o nel ridurre drasticamente gli effetti collaterali rispetto ai farmaci esistenti nella stessa area terapeutica, oppure nell’espletare la sua funzione secondo un diverso e più efficace meccanismo di azione farmacologica (1).

Visualizza il documento

Fare di più non significa fare meglioIl progetto “Fare di più non significa fare meglio” – simile a Choosing Wisely, un documento realizzato da nove società scientifiche statunitensi – è il progetto che SLOW MEDICINE ha deciso di lanciare anche in Italia. L’intento è quello di interrogarsi sulla sobrietà delle cure e sulla loro appropriatezza affinché venga premiata la qualità, più che la quantità, delle prestazioni mediche e degli accertamenti clinici di grande diffusione.

 

Visualizza le diapositive

Vedi Abstract

Medicina d'Iniziativa, Qualità e Innovazione dei Servizi Territoriali: una risposta ai bisogni di Equità e Sostenibilità del SSN.di Equità e Sostenibilità del SSN. Di fronte alla crisi etica, economica e sociale che sta investendo il nostro, così come altri paesi, e che mette a dura prova la sostenibilità dei Servizi Pubblici a forte gradiente di tutela e sviluppo sociale, come Scuola e Sanità, l'esperienza della Asl di Arezzo vuole collocarsi tra quelle che cercano di dimostrare sul campo come buone prassi manageriali, collettivamente assunte, 

Visualizza il documento

Diverse teorie generali di giustizia hanno affrontato il problema di evitare le discriminazioni e promuovere un' equa distribuzione delle risorse. La “giustizia locale”studia le procedure allocative che istituzioni diverse adottano per consentire e regolare l’accesso ai servizi o la distribuzione di beni o di oneri. Nella pratica clinica quotidiana questo paradigma si propone come strumento per riconoscere i principi di giustizia adottati e per verificare la corrispondenza tra le attese e la effettiva distribuzione delle risorse.

Visualizza le diapositive

Vedi Abstract

Errori dell’uso della statistica nella pratica e nella ricerca bio-medicaLa Medicina, come tutte le altre discipline, richiede sempre di più un lavoro di equipe, un lavoro di squadra, in cui devono convergere diverse competenze. Per motivi vari mi sono trovato a collaborare, una decina di anni fa, con la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Trieste. All’inizio si trattava di tenere prevalentemente dei corsi di statistica medica per studenti dei corsi di Laurea in Medicina, in Odontoiatria e delle Lauree sanitarie.  

Visualizza il documento

Il principio del rispetto della persona umana nei trattamenti sanitari: etica della libertà e etica della fedeltàLa relazione tra medico e paziente è stata sottoposta negli ultimi decenni a una forte tensione non priva di ambiguità come spesso è avvenuto in generale nella modernità e ancora avviene nel tempo contemporaneo.Già nel titolo di questa relazione emerge la polarità tra due etiche, potenzialmente, sebbene non necessariamente, in conflitto. Se si pensa all'etica della libertà nei termini dell'anarco-capitalismo come fece l'autore che sembra essere stato il primo a utilizzare questa espressione, la libertà viene intesa in senso individualistico ed arbitrario (non in senso kantiano), e conseguentemente il rapporto tra medico e paziente risulta consegnato alla casualità dell'incontro fra due arbitri.

Visualizza il documento

La programmazione dei percorsi assistenziali, in equilibrio fra le sfide emergenti per la salute pubblica e i nuovi vincoli per l'utilizzo delle risorse.per l'utilizzo delle risorse.

La costruzione e lo sviluppo di un sistema di riferimento veramente equo costituisce una sfida urgente, di ampia portata complessa, che richiede all’agire sanitario la capacità di prendersi carico di nuovi bisogni, estendendo la propria sfera di influenza al di là dei sui ambiti tradizionali di intervento. Per farlo, è indispensabile modificare i parametri di riferimento che orientano l’utilizzo delle risorse e definiscono le priorità d’azione, facendo sì che gli orientamenti della programmazione sanitaria non si limitino ad imporre i criteri per l’accesso alle risorse. La diffusione di principi di governance orientati all’equità può essere una strada per Garantire che tutti i cittadini siano parte integrante e attiva della programmazione dei servizi 

L’arte di prendersi curaL’OMS definisce la salute come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale; si afferma sempre di più l’idea che la componente relazionale rivesta un ruolo fondamentale nella determinazione dello stato di salute dell’individuo. In altre parole, è necessario pensare alla persona, e perciò alla salute stessa, in senso olistico essendo lo stato di benessere determinato da un articolato intreccio di fattori che richiedono, indispensabilmente, una presa in carico complessiva del soggetto.
La nuova identità dell’infermiere lo vede oggi come un professionista della salute che si realizza attraverso interventi specifici,autonomi e complementari di natura intellettuale, tecnico scientifica, gestionale, relazionale ed educativa.

Cambiare il punto di partenzanella terapia occupazionale.La terapia occupazionale è una disciplina che si basa su principi della medicina e delle scienze sociali ed è uno strumento terapeutico che deve essere prescritto dal medico. La terapia occupazionale ha l’obiettivo di aiutare le persone con qualsiasi disturbo delle funzioni motoriche, delle percezioni senso-motoriche, di quelli neuropsicologici oppure psico-sociali ecc. a riacquistare nella vita quotidiana le capacità di azione andate perdute. Essere capace di agire nella vita quotidiana,

 

RECIPROCITÀ NELLA RELAZIONE SANITARIO-PAZIENTE: OLTRE IL LIMITEIl mondo della sanità e più in generale il mondo della salute sembra attraversare un momento di “criticità” e rivisitare molti dei principi animatori, dei significati stessi della propria esistenza alla ricerca di un nuovo e più profondo senso, di una nuova cultura e quindi di nuovi processi che ne condizioneranno il futuro sviluppo. Se si sostituisce la parola “disabilità” o “malattia” con il termine “ limite”, inteso come “esperienza del limite dell’uomo, di fragilità, di dipendenza, ecc. ” e si guarda attraverso questa lente d’ingrandimento l’esperienza vissuta dalla persona

Visualizza il documento

Visualizza le diapositive

Un progetto di interdipendenza in CamerounQuando si parla di medicina nei paesi in via di sviluppo, il punto focale sembra essere la disponibilità delle risorse. Tuttavia, essa da sola non è sufficiente in quanto esistono dei presupposti senza i quali non si può dar luogo ad un sistema sanitario di buona qualità.Senza voler minimamente sottovalutare l’importanza dell’aspetto economico, ci sembra di dover rilevare, in base alla nostra diretta conoscenza di un sistema sanitario di un paese africano, il Camerun nel nostro caso specifico

Visualizza il documento

Visualizza le diapositive

Visualizza il documento

Salute e sistemi sanitari a confronto: Nord-EuropaNord-Europa. Nel 2012 il governo norvegese ha presentato in parlamento una proposta programmatica di politica sanitaria da realizzare globalmente entro il 2020, tramite svariati interventi sul territorio.Si sono tenuti anzitutto in considerazione: i diritti sanitari di donne e bambini, si è puntato poi sulla riduzione dei carichi onerosi delle malattie con interventi preventivi, consapevoli che la buona salute personale non può che accrescere il benessere generale della società.

Visualizza le diapositive

Visualizza il documento

Visualizza le diapositive

Visualizza le diapositive

LA PROFESSIONALITÀ IN MEDICINA: CARATTERISTICHE E MOTIVAZIONIOggi, infatti, a noi professionisti della salute non sono richieste soltanto competenze tecniche, ma accanto ad esse siamo sollecitati ad esercitare svariate altre abilità. Il documento sulla professione medica del Royal College of Physicians and Surgeons canadese (CANMEDS) indica una rosa di settori nei quali è richiesto al medico di spaziare per adempiere appieno a quanto gli è richiesto dalla società. Essi comprendono, accanto a quanto richiede la specialità medico-chirurgica esercitata, qualità nel campo della comunicazione e della gestione sanitaria, 

Visualizza il documento

Visualizza le diapositive

La medicina oggi: sfide, opportunità, criticità e prospettivee prospettive. La sfida più ardua è quella di riuscire a delineare in sintesi la realtà che la medicina, intesa nel significato più ampio del termine, rappresenta nel mondo attuale.Un aspetto fondamentale riguarda certamente le caratteristiche intrinseche alla pratica medica nel contesto odierno, ma un'altra prospettiva altrettanto importante e strettamente connessa al precedente attiene ai diversi contesti e alle modalità con cui la medicina si esplica: l’organizzazione sanitaria, l’insieme di persone, istituzioni, risorse finalizzate a tutelare la salute di una popolazione.

Visualizza il documento

Visualizza le diapositive

Medicina in dialogo: una proposta culturaleDa più parti nel mondo occidentale, ma non solo, vi è una crescente consapevolezza che la medicina oggi è percorsa da profondi processi di cambiamento che ne provocano una crisi evidente e la spingono a mettersi in discussione.L’enorme sviluppo scientifico e tecnologico, i cambiamenti demografici, l’affermarsi di un’etica dell’organizzazione, l’esasperata convinzione del diritto alla salute, sono solo alcune delle cause più evidenti di questo rapporto sempre più difficile tra medicina e società.

Visualizza il documento

Visualizza le diapositive

Quale medicina? Tra globalizzazione, sostenibilità e personalizzazione delle cure 18 - 19 Ottobre, 2013 PADOVA  Aula Morgagni - Policlinico Universitario CONGRESSO INTERNAZIONALEQuale medicina? Tra globalizzazione, sostenibilità e personalizzazione delle cure
18 - 19 Ottobre, 2013
PADOVA
Aula Morgagni - Policlinico Universitario

Gli enormi sviluppi nel campo tecnologico applicato alla medicina hanno comportato un progresso impensato nelle capacità diagnostiche e terapeutiche, con biotecnologie sempre più sofisticate e costose. Nello stesso tempo un'ampia parte di umanità ancora soffre e muore per cause che sono assolutamente prevedibili e prevenibili.

SCARICA IL PROGRAMMA

Documenti più scaricati

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.