Convegni | Congressi internazionali | Summer-School

(E’ giusto aiutarsi) nel villaggio di KoudougouASSOCIAZIONE SALUS – Scopo dell’Associazione Salus è favorire l’affermarsi di una cultura dell’accoglienza, della solidarietà e della vita, rivolgendo la propria attività di volontariato a persone malate di AIDS e/o sieropositive. Medicina Dialogo Comunione è partner dell’Associazione Salus in alcuni progetti di cooperazione sanitaria in Senegal e Burkina Faso. L’obiettivo è quello di sensibilizzare e informare sull’infezione da HIV, sostenendo le fasce più deboli della popolazione, con particolare attenzione alle donne in gravidanza e ai loro figli, promuovendo atteggiamenti di consapevolezza ed autonomia. Gli interventi permettono di avvicinare la popolazione vulnerabile ai servizi presenti sul territorio, in collaborazione tra istituzioni e società civile.

UMANITÀ NUOVA CON I MALATI DI AIDSNell’organizzazione e nella realizzazione di questi interventi i volontari dell’associazione si pongono come cerniera tra le strutture regionali sanitarie, i dispensari locali e la popolazione delle zone rurali, promuovendo un atteggiamento di autonomia e responsabilità da parte della popolazione.

Così ci ha scritto a fine marzo Maria Grazia Casarsa, al ritorno da un viaggio in Burkina, per un progetto della Regione Toscana, in cui la Salus è partner Lotta alla trasmissione materno-infantile dell’HIV nel quadro di un’offerta integrata dei servizi di prevenzione, trattamento, cura e supporto contro l’AIDS in Burkina Faso:

“La missione molto operativa - monitorare da un punto di vista sanitario il progetto e definire la raccolta dati nei dispensari e punti salute della regione per verificare la ricaduta effettiva delle azioni sulla popolazione - ha raggiunto gli scopi previsti non dimenticando che le azioni avevano come obiettivo le persone e non solo i numeri…”

Questo recente viaggio in Burkina è stato dedicato anche alla verifica del progetto Salus Yaa Songr Siida (E’ giusto aiutarsi) nel villaggio di Koudougou a favore delle "donne delle pietre" (un gruppo di donne il cui unico sostentamento per loro e i loro figli viene dall’estrarre da una cava e sminuzzare materiali edilizi) che è passato, in questi anni, dal sostengo alimentare al microcredito per 50 donne, e ora al sostegno alla scuola e al dispensario medico del villaggio, grazie a donazioni di privati, del Rotary e della Provincia di Pisa.

Per ulteriori informazioni su questi progetti di cooperazione sanitaria della Salus in Africa, si rimanda al sito www.associazionesalus.org

Documenti più scaricati

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.